Menu

+39 0175 85603

info@zanocco.net

Impianti antiesplosione

HomeAtexImpianti antiesplosione
HomeAtexImpianti antiesplosione

PROGETTAZIONE E INSTALLAZIONE IMPIANTI ANTIESPLOSIONE

La SMI Sicurezza e Automazione SRL, partner della Zanocco SRL , negli ultimi anni ha acquisito un notevole know how nella gestione di impianti per la protezione e isolamento contro le esplosioni, installati in ambienti e su macchinari di lavorazione con la presenza di atmosfere potenzialmente esplosive per la presenza di polveri combustibili, vapori o gas.

Sulla base del know how acquisito, la SMI Sicurezza e Automazione SRL è in grado di progettare, fornire e avviare sistemi di protezione e isolamento contro le esplosioni basati su svariate tecnologie, a partire da sistemi passivi (dispositivi di vent, di indoor vent, valvole di isolamento di tipo meccanico di tipo passivo), per arrivare fino ai sistemi di tipo attivo, quali la soppressione e la compartimentazione chimica o l’isolamento di tipo meccanico mediante valvole attuate.

Grazie al proprio personale operativo, continuamente formato mediante opportune sessioni di training presso i vari costruttori, la SMI Sicurezza e Automazione SRL è inoltre in grado di fornire un servizio di service puntuale ed efficace, garantendo le manutenzioni ordinarie e straordinarie su tutto l’ampio pacchetto delle tecnologie proposte.

L’esperienza maturata nel corso degli anni nell’ambito del “mondo ATEX” permette alla SMI Sicurezza e Automazione SRL di offrire, tra i suoi servizi, anche attività di consulenza e supporto ai clienti, sia in ambito delle direttiva 1999/92/CE (classificazione delle aree, supporto alla stesura del Documenti di Protezione contro le Esplosioni...), sia in ambito della direttiva 2014/34/UE (assistenza alla realizzazione del fascicolo tecnico per macchinare e componenti destinati a essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive).
Gli impianti della Zanocco SRL sono utilizzati nel settore alimentare, per esempio, nell’ handling di polveri combustibili quali zucchero, farine, amido e similari; nella lavorazione del legno; nelle lavorazioni meccaniche che coinvolgono polveri metalliche (leghe di alluminio, magnesio dell’allumino); nell’ambito chimico e farmaceutico

Gli esempi di impianti interessati dalle problematiche del rischio di esplosione possono essere le stazioni di scarico delle autocisterne, i silos di stoccaggio, i miscelatori e i mulini, i filtri depolveratori, gli impianti di essiccazione e vagliatura…
La pericolosità di polveri potenzialmente esplosive che vengono lavorate abitualmente, associata alla interconnessione sempre maggiore degli impianti, fa assumere un’importanza sempre maggiore a un adeguato sistema di protezione e isolamento contro le esplosioni, a tutela in primis della sicurezza delle persone, e in secondo luogo a tutela degli asset economici (integrità degli impianti, continuità delle linee di produzione…).